La Toscana è una regione tutta da scoprire e ogni singola città si contraddistingue per la bellezza dei suoi paesaggi, delle opere d’arte e per la sua storia. Una delle città più interessanti di questa regione che è una tappa obbligatoria per chi effettua un viaggio di piacere è sicuramente Lucca. Conosciuta con un nomignolo particolare che dice già molto sulla sua storia, la città dell 100 chiese, non può sicuramente essere visitata con attenzione in un solo giorno ma se il tempo a disposizione è davvero ristretto, bisogna pianificare nei minimi dettagli l’itinerario per poter vedere il maggior numero di attrazioni di questa splendida città. Vediamo quindi insieme come organizzare al meglio il tour veloce di Lucca.

Le famose Mura di Lucca

Prima di partire con il nostro viaggio mordi e fuggi di Lucca, un consiglio che ci sentiamo di fornire ai turisti che intendono visitare il capoluogo toscano è quello di pernottare già dalla sera prima in città in modo che il giorno successivo si potrà partire di buon mattino alla scoperta della città. Partiamo, dunque. La passeggiata alla scoperta di Lucca deve necessariamente partire con il simbolo di questa città, le Mura. Queste danno vita ad un itinerario unico nel suo genere che si snoda lungo 4 chilometri di passeggiata che permettono di vedere dall’alto tutta la città e di ammirare paesaggi e panorami dalla bellezza unica. Le attrazioni che si incontrano percorrendo le Mura sono davvero notevoli come ad esempio parchi gioco per bambini, aree pic nic, parchi attrezzati che permettono di trascorrere anche un’intera giornata lungo le Mura. Di particolare interesse è l’Orto Botanico, che nelle sembianze di un parco pubblico cittadino, è l’espressione migliore del patrimonio floristico di Lucca e che al suo interno accoglie anche la biblioteca e un museo laboratorio.

Perché è denominata La città dalle cento chiese

La passeggiata lungo le Mura di Lucca assicura anche l’entrata nel centro cittadino. Come accennato, Lucca viene comunemente chiamata come la città dalle 100 chiese in virtù dell’elevato numero di edifici religiosi che difficilmente però possono essere visitati in un solo giorno. Per cui è necessario preventivamente effettuare una cernita delle chiese da visitare concentrandosi, necessariamente, solo su quelle più importanti da un punto di vista storico e culturale. La visita alle chiese deve necessariamente partire con il Duomo, conosciuta anche come Cattedrale di San Martino che si trova nell’omonima piazza. Oltre che per l’interesse artistico e la struttura architettonica, il Duomo di Lucca è anche sede di importanti opere come il monumento funebre a Ilaria del Carretto e il Crocifisso Ligneo del Volto Santo, da sempre considerato il simbolo della città. Subito dopo il Duomo, l’attenzione dovrà essere concentrata sulla Chiesa di San Michele e sulla Basilica di San Frediano.

Alla scoperta dell’Anfiteatro romano

La strada più conosciuta di Lucca che porta al centro storico e dove si trovano la maggior parte dei negozi è il Fillungo. Passeggiando lungo questa strada si arriva alla famosa Piazza dell’Anfiteatro, un vero e proprio esempio di perfetta architettonica storica. La piazza infatti richiama la tipica forma ellittica degli anfiteatri romani e oggi è sede di molti negozi ed esercizi commerciali caratteristici che rappresentano la tipica espressione della cultura lucchese. La piazza, inoltre, in particolar modo durante il periodo estivo è sede di manifestazioni ed eventi molto interessanti. Dalla piazza dell’Anfiteatro si può poi procedere lungo le caratteristiche stradine del cenro storico e arrivare fino alla Torre Guinigi sulla cui sommità è possibile ammirare il caratteristico giardino pensile con un albero in cima.

Il giro continua alla scoperta di Lucca

Come Bologna, anche Lucca ha la sua Piazza Grande, che in realtà si chiama Piazza Napoleone, particolarmente frequentata durante il periodo natalizio quando è resa disponibile ai cittadini una particolare pista di pattinaggio su ghiaccio. Uno degli edifici storici più interessanti di Lucca è Palazzo Mansi, risalente al Seicento, all’interno del quale si trova la Pinacoteca Nazionale che accoglie opere dei più famosi e importanti artisti italiani. Come in ogni parte della Toscana, anche Lucca è importante per la sua gastronomia. Sono davvero tanti i piatti tipici della tradizione toscana che si possono assaggiare ma visto il poco tempo a disposizione, può essere opportuno assaggiare il buccellato, un caratteristico pane locale farcito con uvetta che rappresenta uno dei prodotti tipici di Lucca. Se si visita la città durante il periodo estivo, precisamente nel mese di Luglio, si potrà anche assistere al Summer Festival, una rassegna musicale organizzata già da diversi anni e che vede la partecipazione di famosi artisti che eseguono concerti in città.

Articoli correlati