Segesta è un parco archeologico che si trova in Sicilia, in provincia di Trapani, all’interno del comune di Calatafimi. Il parco racchiude numerosi reperti, ed è noto soprattutto per i resti di tempio dorico, uno tra i meglio conservati al mondo. Il tempio di Segesta si erge su una collina di 304 metri, situata ai margini di un profondo burrone scolpito dal fiume Pispisa.

Costruito nel V secolo a.C., il tempio è a oggi avvolto nel mistero: seppur senza ombra di dubbio sia un tempio dorico, mancano però i componenti architettonici interni, come ad esempio un tetto. Ciò ha indotto gli storici a suggerire che il tempio sia stato costruito frettolosamente per impressionare gli ambasciatori ateniesi, ai quali Segesta si era rivolta in cerca di un alleato contro Selinunte.

Dopo aver visitato il tempio di Segesta, si può scegliere di intraprendere un escursione a piedi, per un percorso di circa 4 chilometri, fino al Monte Barbaro oppure prendere l’autobus, e raggiungere il teatro greco. Si consiglia di intraprendere il percorso a piedi sul Monte Barbaro, in quanto vi darà la possibilità di notare molti resti di fortificazioni risalenti al periodo medievale.

In tutto il parco di Segesta si possono notare ancora oggi degli scavi archeologici, che hanno portato alla luce quello che si crede essere l’agorà. Tornando al teatro, si tratta di un anfiteatro scavato direttamente sul fianco della montagna, che consente una vista spettacolare, che si estende fino a Castellamare del Golfo. Nei tempi antichi, questa struttura poteva contenere quasi 4000 spettatori; riporta ancora incisioni, che ci permettono di distinguere le sezioni dei “ricchi” dai posti economici riservati al popolo. Il sito è ancora oggi utilizzato per la messa in scena di opere, concerti e rappresentazioni teatrali ogni estate.

Ricordiamo inoltre, che sebbene il passato greco e romano sia impresso nel profondo della località, Segesta ha visto alternarsi anche altre civiltà: la cittadina siciliana vanta anche resti archeologici di molte altre epoche e culture, come abbiamo citato prima facendo riferimento alla cinta muraria medioevale. Oltre a queste, è possibile ammirare le rovine di un castello normanno, una piccola chiesa cattolica e addirittura i resti di una moschea.

Orari e informazioni sulla visita

Il sito archeologico di Segesta è aperto tutti i giorni dalle 9:00 alle 17:00 in inverno e dalle 9:00 alle 19:00 in estate. Il biglietto è valido per 3 giorni e include anche l’ingresso al Parco Archeologico di Selinunte, ma il trasporto in autobus in loco tra il tempio e il teatro non è incluso nel biglietto. Il parco ha anche una piccola zona pranzo coperta di fronte all’unico caffè, dove i visitatori possono rilassarsi o riposare durante la loro visita.

Articoli correlati