State pensando di andare via per un weekend? Anche se la bella stagione è ormai agli sgoccioli non è mai troppo tardi per andare in Sicilia: ecco perché e come raggiungerla anche in autunno

Avete mai provato a chiedervi qual è il periodo migliore per godervi il mare cristallino, le bellezze naturali, i tramonti ma anche le meravigliose città ed i paesini siciliani? Siamo ormai i autunno ma in Sicilia, terra ricca di sorprese, è sempre tempo di vacanza ed è proprio in questo periodo che mostra il suo lato migliore.

Si tratta dei mesi migliori per una vacanza con i bambini ma anche per le coppie che desiderano rilassarsi ammirando i magnifica paesaggi naturali e le bellezze incontaminate di questi luoghi.

La Sicilia in autunno: tante opportunità per vivere una vacanza da sogno

Settembre ed Ottobre sono i mesi migliori per godersi la Sicilia, quella autentica e genuina. Chi poi è alla ricerca di offerte per voli, traghetti, strutture ricettive e case vacanze può trovare offerte low cost accessibili a chiunque.

Spiagge e mete turistiche meno affollate

A Settembre le coste siciliane di svuotano di turisti e di conseguenza gli schiamazzi, la folla e la confusione lasciano spazio al relax e lunghissime distesa di sabbia bianca deserte.

Si tratta anche del periodo migliore per visitare un museo, una città d’arte, una chiesa oppure un palazzo, evitando così le interminabili file all’ingresso che si creano in estate.

Traffico fluido

Il bello di muoversi in auto in Sicilia a Settembre è la completa assenza di traffico nelle strade, specialmente nei giorni infrasettimanali. Essendoci meno persone è anche più semplice trovare parcheggio per raggiungere la spiaggia, i locali o le maggiori mete turistiche della zona.

Clima mite e soleggiato

Andare in Sicilia a Settembre/Ottobre è un ottimo compromesso per chi desidera trascorrere qualche giorno di vacanza al sole, senza dover fare i conti con l’afa. In questi mesi le temperature si abbassano, pur restando sempre abbastanza miti e gradevoli. È possibile andare al mare e fare il bagno, come in piena estate ma, al calar del sole la temperatura si abbassa leggermente rendendo le serate più gradevoli per chi soffre il caldo.

Poco vento e mare piatto

Il cambiamento del vento, da Scirocco a Tramontana, fa si che le acque tornino ad essere limpide, e meravigliosamente piatte. Effettivamente ad agosto è molto probabile imbattersi in acque agitate e spiagge piene di alghe per via di correnti maggiori.

Come raggiungere la Sicilia in traghetto

Alla luce di quanto detto sopra, stai seriamente valutando di andare in Sicilia per qualche giorno ma il timore di salire in aereo ti blocca? Niente paura, anche durante la media/bassa stagione è possibile raggiungere la Sicilia in traghetto, partendo da uno dei tantissimi porti italiani.

Ad esempio: da Cagliari per chi parte dalla Sardegna, da Civitavecchia per chi desidera imbarcarsi i un porto del Lazio, inoltre per quanto riguarda le partenze dalla Campania segnaliamo che dal porto di Salerno partono traghetti diretti per la Sicilia oppure da Genova per quanto riguarda la Liguria, Ancona per la regione Marche e via via continuando con le altre regioni da nord a su dell’Italia.

Nella maggior parte dei casi, le compagnie di navigazione offrono la possibilità di consultare direttamente gli orari e le date delle partenze ed acquistare direttamente i biglietti online, per evitare file al momento dell’imbarco. Tra le più conosciute citiamo Direct Ferries, Grimaldi Lines, Liberty Lines, Tirrenia Navigazione, Ustica Lines, SNAV, Sirema, NGI, Italtrag e diverse altre ancora.

Articoli correlati