Quando giungono, finalmente, le vacanze estive la maggior parte delle persone non vede l’ora di rilassarsi con una bella e meritata vacanza.

Una volta scelta la destinazione, sia essa mare, montagna, collina, il problema però sorge: è meglio optare per un residence o per un hotel? Quali sono i vantaggi dell’una e dell’altra struttura?

La maggior parte delle persone pensa che i residence siano come degli hotel ma che abbiano servizi e comodità in meno. In verità i residence sono una soluzione eccellente per le famiglie che abbiano bisogno di qualche servizio aggiuntivo (come l’animazione) e sono spesso convenzionati con strutture sportive o con altre interessanti attività da fare in vacanza.

In sostanza, il residence ha tantissimi vantaggi spesso sottovalutati ma è una soluzione eccellente sia per i giovani, sia per chi viaggia in famiglia. Ma quali sono i vantaggi del residence?

I vantaggi del residence

Esistono, ovviamente, diverse tipologie di residence a seconda che si faccia riferimento al mare o alla montagna.
In genere al mare i residence sono un complesso di appartamenti che si trova all’interno di una struttura più o meno servita; in montagna, invece, si tendono a trovare dei residence con appartamenti di piccole dimensioni con servizi tipici dell’hotel (come reception e pulizia stanze), piscina, ristorante ed altri servizi.

Nel Centro Italia i residence sono spesso in forma di piccoli appartamenti in complessi di agriturismi, mentre in Salento sono dotati di eccellenti servizi per le famiglie e per i giovani.

Taluni residence sono attrezzati in modo che i singoli appartamenti siano indipendenti, pensiamo ad esempio alla presenza di angoli cottura.

Tra i vantaggi dei residence, come di spiegano i responsabili di residencemiramare.it, uno fra i più noti residence nel Salento, vi è la maggiore libertà che questa soluzione comporta rispetto all’hotel.

Come si sa, spesso in hotel si è soggetti a degli orari abbastanza rigidi sull’ora della colazione, pranzo e cena, che possono diventare difficili da seguire se si vuole una vacanza rilassata o se si hanno figli.

Senza contare che in genere negli hotel è richiesta un’etichetta più rigida; ad esempio non ci si può presentare in bermuda a cena o a colazione.

Il residence spesso offre soluzioni di autonomia che rendono la vacanza a misura dei propri orari e delle proprie tempistiche; una maggiore informalità, la presenza di angoli cottura negli appartamenti, orari meno rigidi ai quali sottostare.

Negli ultimi anni poi sempre più residence si sono dotati di strutture ricettive per cercare di migliorare qualitativamente la vacanza e di offrire alternative alla “solita” giornata al mare, come ad esempio la presenza di area fitness, area piscina, o la convenzione con campi sportivi.

Inoltre moltissimi residence si sono dotati anche di servizi tipici degli hotel; ad esempio la formula residence e colazione è sempre molto ricercata da coloro che al mattino vogliano trovare una ricca colazione inclusa nel prezzo. Insomma, negli ultimi anni i residence si sono trasformati da semplici pensioni a strutture complesse che offrono i servizi degli hotel base, ma con più libertà.

Articoli correlati